La Fabbrica Lucchesi di Prato

Qualche tempo fa ho avuto la fortuna di visitare la Fabbrica Lucchesi di Prato. Un piccolo gioiello decisamente nascosto, alle porte del centro città. Vieni a scoprirlo con me?

Una città di tesori fatti di tessuto

Che ormai io sia una specie di piccola ambasciatrice di Prato nel mondo del web è cosa risaputa. Ho raccontato in questo post la città dove sono cresciuta, che ha una storia così bella, ricca e peculiare. Non posso resistere alla tentazione costante di farvene conoscere sempre qualche pezzettino in più.

La nostra storia è quella dei tessuti, della rigenerazione dei cenci e dell’economia circolare che abbiamo inventato con almeno un secondo di anticipo. Quella storia bella e intensa che racconta il Museo del tessuto e che prende vita e diventa anche un bellissimo presente nelle tante aziende tessili ancora esistenti, come la Fabbrica Lucchesi di Prato.

La Fabbrica Lucchesi di Prato

La bella storia della Fabbrica Lucchesi di Prato

La Fabbrica Lucchesi di Prato fu fondata nella città laniera alla fine del 1800, da Guido Lucchesi, che nel 1911 costruì quella che è l’attuale sede da me visitata. L’azienda si è specializzata da subito nella produzione di tessuti di alta qualità e nonostante vari distaccamenti societari, è rimasta ed è ancora nelle mani della famiglia Lucchesi da quattro generazioni.

Genio indiscusso Marco Lucchesi, scomparso nel 2017, che ha saputo elevare le tessiture a livelli di eccellenza, lavorando per stilisti esigenti ed esclusivi come Donna Karan e Ralph Lauren.

L’impresa è adesso nelle mani dei tre figli di Marco: Emanuele, Niccolò e Matteo.

Lucchesi Prato

Dove si trova

La Fabbrica Lucchesi di Prato, o meglio, la ex fabbrica, adesso adibita a luogo di rappresentanza, museo della moda e spazio per esposizioni artistiche, è in via Carradori al 32.

Per i non pratesi, occorre spiegare che si tratta di una strada arcinota della città, che corre lungo le mura e che ogni giorno viene percorsa da migliaia di persone. È lì che si trovava l’ospedale di Prato fino a pochissimi anni fa, dove tuttora ha sede il centro Socio Sanitario centrale, dove si trovano i frequentatissimi spazi di Officina Giovani e gli ex macelli.

Eppure, quasi nessuno sa che lì, dietro a quella facciata di archeologia industriale, si apre uno spazio bellissimo e ricco di storia, recentemente restaurato.

Prato Fabbrica Lucchesi

Un luogo di inusuale bellezza

Io sono rimasta completamente conquistata dalle sale, arredate con pezzi importanti di antiquariato e arte contemporanea, arredata con gusto e passione, con angoli che sembrano rubati ad un quadro di Morandi.

La Fabbrica Lucchesi di Prato - La tessitura è arte

Quelle che un tempo erano gli stanzoni della filatura e tessitura adesso sono luoghi dove si ricevono gli importanti clienti e dove si fa ricerca. Uno spazio importante, ed enorme, è infatti dedicato all’archivio dei tessuti realizzati dalla Lucchesi. Un archivio che, ci hanno spiegato, non è storico, ma vivo. Lì dipendenti e stilisti cercano costante ispirazione.

Prato Fabbrica Lucchesi

Non manca, al piano terra, una piccola mostra di telai e macchinari tessili d’epoca, che si aggancia perfettamente al luogo che le racchiude. Addossato alle mura medievali di Prato, ne cela anche la quinta e inccessibile porta.

La Fabbrica Lucchesi - Mostra macchinari d'epoca

L’attuale attività della Fabbrica Lucchesi di Prato

Attualmente la Fabbrica Lucchesi di Prato conta 12 dipendenti, impegnati nella progettazione e realizzazione materiale di tessuti innovativi per soddisfare le esigenze di clienti prestigiosi come i già citati Ralph Lauren e Donna Karan, ma anche Louis Vuitton, Giorgio Armani e molti altri.

Fabbrica Lucchesi Prato

Una produzione non grandissima ma di altissima qualità e pregio. Qualcosa che si avvicina ancora all’artigianalità degli inizi, poiché tutto viene curato personalmente e nei minimi dettagli.

Moda, ricerca e innovazione

Una delle caratteristiche principali e più apprezzate dagli stilisti che si rivolgono alla famiglia Lucchesi è la capacità di ricercare, di innovare, di tentare nuove strade ancora poco battute per migliorare il proprio lavoro. All’azienda è stato conferito per la prima volta il premio dell’Istituto Buzzi per le scoperte in campo tessile, e io stessa durante la mia visita ho potuto vedere alcune di queste scoperte rivoluzionarie.

Dalle borse che sembrano di pelle ma in realtà sono in 100% lana.

La Fabbrica Lucchesi di Prato - Ricerca e Innovazione

Al lino con rifiniture in sughero.

La Fabbrica Lucchesi - Ricerca e Innovazione

Come visitare la Fabbrica Lucchesi di Prato

La visita alla Lucchesi è stata possibile grazie alla riscoperta di questo luogo da parte del FAI, il Fondo Ambiente Italiano. L’impresa e la sua storia sono state riconosciute come patrimonio culturale della città, un valore inestimabile e da conservare.

Per il programma delle prossime visite è possibile consultare il sito web del FAI oppure la pagina dedicata su Prato Turismo.

Nella tua città ci sono luoghi come questo? Hai voglia di raccontarmeli?

4 commenti

  1. Francesca Pola

    Che meraviglia, sempre più curiosa di visitare la tua città (e tutta la Toscana)!

    Rispondi
    1. MaMaglia

      La Toscana ti aspetta! Io sono quella che cerca di mostrare sempre luoghi nuovi e meno conosciuti, e sono felice che ti piacciano!

      Rispondi
  2. Linda

    Ho visitato con il FAI di Prato diversi luoghi tutti molto interessanti. Questa fabbrica me la sono persa ma se ricapita voglio vederla sicuramente anche io!

    Rispondi
    1. MaMaglia

      Sono davvero molto in gamba, tieni d’occhio io loro programma, se organizzano di nuovo questa visita te la consiglio assolutamente.

      Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *