Conosciamo il Tencel ®



Alla scoperta del Tencel ®: materiale ecologico ed etico

Oggi ti presento il Tencel, un filato morbido e resistente che somiglia moltissimo alla seta, con il vantaggio di essere di origine NON animale e a bassissimo impatto ambientale!

Come seta… ma vegan ok!

Ho scoperto questo filato speciale proprio mettendomi alla ricerca di un materiale leggero, adatto per la primavera; con caratteristiche simili alla seta, ma ideale anche per vegani. Da sempre ho un’attenzione particolare per chi sceglie di non utilizzare prodotti di origine animale (leggi qui per saperne di più) e volevo proporre un’alternativa più soffice ed elegante ai classici cotone e lino, che ritengo bellissimi ma più sportivi e casual.

Cos’è il Tencel ®

Ho avuto la fortuna di trovare un materiale che corrispondeva a tutte queste caratteristiche: il Tencel®, che io ho provato nella versione super colorata e morbidissima del filato Isolde, di Borgo de’ Pazzi, in nuance mélange che conquistano al primo sguardo.

Tencel® è prima di tutto un marchio che certifica i filati di Lyocel (e recentemente anche di cotone Modal) realizzati con una fibra cellulosica ecologica. Per spiegarlo con poche parole, semplici anche per i profani come me, il Tencel® si ottiene lavorando la polpa di legno degli alberi di eucalipto, coltivati esclusivamente da aziende certificate dalla Forest Stewardship Council (FSC) con metodologie rispettose di alti standard etici e rispettosi dell’ambiente naturale.

Un prodotto dal bassissimo impatto ambientale, che possiamo utilizzare in totale tranquillità e che risponde a caratteristiche non soltanto qualitative ma anche etiche ed ecologiche.

Le caratteristiche del Tencel ®

Il Tencel® possiede peculiarità veramente interessanti dal punto di vista di una creativa come me… È incredibilmente leggero, soffice al tatto, ha un’altissima traspirabilità e resistenza all’umidità. Si lava in lavatrice, oppure, per una scelta ancora più ecologica, a mano, fino a 40° senza restringersi, assorbe i pigmenti colorati con facilità, non serve stirarlo. È dunque il materiale ideale per realizzare sciarpe morbide e fresche per la primavera, che non fanno sudare e che risultano anche molto eleganti all’aspetto.

Le mie prime creazioni con il Tencel ®

Ecco qua le mie prime sciarpe realizzate proprio con questo filato. Ho scelto di farne ben tre versioni:

Emma, lo scaldacollo semplice, che qui vedete in giallo, misura Small

Anna, sciarpina che diventa turbante, misura Medium

Effi, la sciarpa infinity, bella anche come coprispalle, misura Large

Sciarpe in tencel vegan
(N.d.R. – Emma, Anna e Effi, vi dicono niente questi tre nomi insieme?)

 

Come sempre, i miei prodotti sono personalizzabili nelle dimensioni, e anche nei colori, in questo caso compatibilmente con la disponibilità di nuance e colorazioni specifiche del Tencel ®.

Che ne dite, questo materiale ha conquistato anche te? Se vuoi acquistare le mie sciarpe in Tencel ® fino alla fine di Marzo le trovi in una speciale offerta di lancio con spedizione gratuita.
Visita il mio negozio Etsy oppure contattami direttamente, qui trovi tutte le modalità per farlo!

8 commenti

  1. mypunkbox Alice

    Ciao, sono Alice e mi dedico con particolare interesse alla moda etica e sostenibile.
    Non conoscevo tencel e lo trovo molto interessante. Finalmente un materiale green e vegan ok!!
    Alice

    Rispondi
    1. MaMaglia

      Eh sì, è davvero molto interessante! Io me ne sono innamorata a prima vista, ed era tanto che cercavo qualcosa di più elegante del cotone e del lino da offrire ai clienti vegani! 😊

      Rispondi
  2. Susanna

    Che informazione interessante, non sapevo esistesse un filato vegan. Non si smette mai d’imparare e poi le tue creazioni lo valorizzano 😊

    Rispondi
    1. MaMaglia

      Grazie mille! 😘 Questo filato tra l’altro risponde a molte caratteristiche di eticità ed ecologia! 😊

      Rispondi
  3. Elisa | Sono Allergica

    Adoro scoprire prodotti come questo! Sono molto attenta a rispettare l’ambiente, e le alternative eco-sostenibili ai materiali che usiamo ogni giorno sono sempre una bella scoperta. Grazie!

    Rispondi
    1. MaMaglia

      Grazie a te! Anche io sono molto sensibile a questi argomenti e sono sempre alla ricerca di materiali biologici ed ecologici!

      Rispondi
  4. Federica

    Ma come mi piacciono le tue creazioni e la passioni che ci metti anche nel presentarle e nel ricercare sempre prodotti e materiali nuovi.
    Come questo, di cui non conoscevo l’esistenza.
    Io sono una amante-praticante dell’uncinetto, ma di filati non me ne intendo proprio. Mi piace seguirti.
    Grazie.

    Rispondi
    1. MaMaglia

      I commenti come il tuo sono musica per il cuore! Grazie davvero! Per me i filati sono stati una vera scoperta, non me ne intendevo molto, ma ho trovato anche dei validi aiutanti qui nella mia città, che ha una grande tradizione nel tessile!

      Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *